aamp

Concorso per la progettazione preliminare della sede della giunta regionale e relativi servizi ed uffici della Regione Calabria
marzo 1997

Progetto Premiato


motto: presto con fuoco

 
Gruppo di progettazione:
capogruppo: ing. Sergio De Cola
con arch. Clarastella Aversa, Ing. Giuseppe Cicero, ing. Bruno De Cola, arch. Oreste Marrone, arch. Gualtiero Parlato, ing. Daniela Ruggeri
Consulente: Prof. Arch. Pier Paolo Balbo
 
Ente banditore: Regione Calabria
 
Costo stimato dell’opera: € 133.245.880
Superfici in progetto: 105.850 mq
 
DATI CARATTERISTICI DELL'OPERA
 
- Area di pertinenza: 40 ha
- Sup. lorda complessiva: 105.950 mq
- Cubatura: 369.800 mc
- Fondazioni su pali
- Struttura in acciaio e c.a;
- Impianti: Sistemi di recupero energetico e sistemi di controllo a regolazione.
 
Architettura e impianto: le scelte fondative 
Si è evitato un linguaggio di grandi emergenze a torre,  che sarebbe più giustificato in un contesto urbano a forte densità da cui sollevarsi. Si è esclusa una vasta occupazione di suolo a bassa densità, più adatto ad un insediamento residenziale. Si è quindi prescelta la densità medio alta che comporta una ridotta articolazione. Da ciò consegue una semplicità di impianto, realizzata in planimetria per figure geometriche elementari e per una riconoscibilità dei volumi edilizi. Le unità architettoniche devono quindi esprimere carattere (individualità) e richiamo orientativo (individuabilità). L’impianto generale si basa su tre tracce architettoniche caratterizzanti l’impianto:
1) l’asse vallivo,  che rappresenta la linea di aggre-gazione principale;
2) l’asse di riconnessione con l’area universitaria,che propone un dialogo a distanza tra i due complessi insediativi;
3) l’asse collinare , che mette in relazione la cima del colle belvedere e l’asse vallivo.
 
Architettura e strutture: scelte costruttive e figurative
I volumi edilizi disegnano sagome elementari. Il carattere architettonico di tali volumi è dato dal contrappunto tra i pochi segni forti delle strutture, l'ampiezza delle superfici dei fronti, la leggerezza delle sovrastrutture delle brise soleil. I fronti del ponte e delle stecche degli edifici dei Dipartimenti e Assessorati sono segnati dall'ordine maggiore dei grandi telai controventati e dall'ordine minuto dei brise soleil. I fronti esposti a sud sono tridimensionali: il vetrota dietro a strutture e sovrastrutture. I fronti a nord
sono bidimensionali con la pellicola in G.R.C. Che nasconde la struttura. Solo per l'edificio a ponte la struttura rimane protagonista su tutti i due fronti. Il cuneo verso la cittadella universitaria è di pietra, eroso nella parte mediana dalla piazza tra il Palazzo dei Congressi e l'Albergo e poi da un inserto verde tra questo e la sede del Commissario dello Stato.