aamp

Lavori di manutenzione straordinaria, rifunzionalizzazione e messa a norma degli impianti della Stazione ferroviaria di Trapani
marzo 2004 - settembre 2005



INCARICO DI PROGETTAZIONE

Progettisti incaricati progetto generale: arch. Paola D'Amore, ing. Damiano Marinello
Progettisti incaricati del progetto esecutivo delle opere sistemazione della corte interna: arch. Paola D'Amore, ing. Bruno De Cola, ing. Sergio De Cola, arch. Oreste Marrone, arch. Gualtiero Parlato
Committente: RFI, Rete ferroviaria italiana
Transito dei passeggeri: 1.500 mq
Esercizi commerciali: circa 1.700 mq
Importo delle opere: ca. 2.200.000 euro

 
Nel sistema urbano l'ubicazione della Stazione ferroviaria di Trapani, che prospetta sulla piazza Umberto I, costituisce punto di mediazione tra la città storica, il porto e la nuova espansione urbana. Ciò consente una sua connotazione quale elemento di cerniera non solo tra i detti episodi urbani, ma anche, per la vicinanza del Palazzo di Giustizia, del palazzo della Provincia e del palazzo Municipale, quale punto di riferimento visuale e formale di questa area della città.
Per la sistemazione della corte centrale si prevede una nuova pavimentazione realizzata con una pietra locale ed in corrispondenza del tracciato dei vecchi binari, già dismessi e in parte da dismettere in questa fase, l'utilizzo di pietra di tipo diverso che possa, attraverso il disegno di piccole corsie, evocare visivamente il vecchio percorso ferrato. Tale materiale, talora, prenderà corpo innalzandosi divenendo seduta.
Il “volume” della nuova piazza viene definito dalla realizzazione di una grande copertura, volutamente fuori scala, che si porrà, per chi arriva dalle vie ferrate come una sorta di nuova Porta della Città. La copertura, sostenuta da un pilone centrale di sezione circolare di diametro variabile da 60 cm ad 1 m, sarà realizzata con struttura in acciaio e pannelli di alluminio. Sul pilone centrale verranno agganciati, in testa e al piede tiranti in acciaio.