aamp

Marciapiedi sopraelevato nel tratto compreso tra piazza Stazione ed il Convento Madonna della Catena a Termini Imerese
1994-1995



PROGETTAZIONE E INCARICO DI DIREZIONE DEI LAVORI
Progettisti:
arch. Emanuela Piazza, arch. Oreste Marrone, arch. Gualtiero Parlato
Strutture: ing. Giuseppe Letizia Impianti: Ing. Fabio Giammanco
Committente: Amministrazione comunale di Termini Imerese
Progetto: agosto 1986
Importo delle opere: ca. 600.000 euro

La via Libertà costituisce il prolungamento all'interno del perimetro urbano della strada statale 113; questa da strada extraurbana di collegamento territoriale è stata integrata nel tessuto della città con l'espansione edilizia.
Il carattere urbano della strada si è andato strutturando nel tempo attraverso la presenza sia di diverse tipologie abitative sia, soprattutto, dalla presenza di diversi edifici pubblici quali la Chiesa della Madonna della Catena a sud e la Stazione ferroviaria a nord.
Il progetto: un camminamento pedonale sopraelevato collega l'espansione edilizia verso Messina con il centro urbano. Il percorso viene definito da due ingressi testate, lato Stazione e lato Madonna della Catena, e da un pergolato, luogo di sosta in ombra. La passeggiata è sulla quota di imposta di una trave che collega, per 283 metri, le teste dei pali in c.a. costituenti la struttura di contenimento del versante collinare sulla strada statale 113.